il traffico matematico

Una gara con macchinine telecomandate su una pista con alcuni modelli architettonici di Singapore. (foto di Ng Han Guan / Associated Press, 2012)

“A che serve la matematica”? vulgata populi vuole che quando si viene a sapere (a mezzo stampa) di qualche strana ricerca -per quanto seria e fondata, ai più risulti eccentrica. Eppure (ed è l’altra faccia della vulgata) la matematica governa, spiega e regola parecchi aspetti della nostra vita. Anche l’automobilista più incallito, diciamo quello tipico da vignetta “vecchio stile” della Settimana Enigmistica, ne fa un utilizzo continuo e presto potrebbe essere coinvolto ad un livello più attivo o “partecipato”, come si usa dire oggi. Il come e il perché lo racconta molto bene  Silvia Bencivelli su La Stampa:

Il problema del traffico in città non sempre lo risolvi con una rotonda e due vigili urbani. A volte ci vuole la matematica. Ci vogliono cioè modelli particolari, fatti di formule e numeri, capaci di simulare gli spostamenti dei veicoli, la formazione degli ingorghi, gli incidenti. Per questo i matematici dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo Mario Picone del Cnr di Roma si sono messi lì a studiare il traffico della capitale, che è un traffico non da poco. E lo hanno fatto grazie a una rete di sensori piazzati lungo le strade della città che trasmette loro in tempo reale i dati sulla rete urbana, e con i dati raccolti dal Gps o dagli smartphone degli automobilisti romani. (Continua QUI)

 Con l’occasione aggiungo solo un paio di segnalazioni:

1) sono un ammiratore di Silvia Bencivelli, adoro la sua scrittura e quando posso e mi ricordo l’ascolto a Radio 3 Scienza, mi piace il suo lavoro, come scrive e i toni mai lamentosi però sinceri, ma su tutte l’ironia amara di giovane giornalista free-lance (leggi partita IVA) in un paese che non premia e non considera: i giovani, la scienza le partite IVA. Questo il suo blog: Silvia Bencivelli;

2) chi è interessato ad avere notizie e soprattutto dati affidabili e aggiornati sulla produzione e la tecnologia dele automobili consiglio il seguente sito: WardsAuto.

4 pensieri su “il traffico matematico

  1. Ciao Luciano, il link della citazione di Silvia Bencivelli (il “QUI” verde) non è funzionante…
    Ho visto da vicino come si progettano le nuove strade e gli svincoli di Roma… Modelli matematici funzionanti o meno, temo che non vengano tenuti presente. Ohimè.
    A presto!

    • Ciao Calamaro🙂
      Ho corretto il link e ora funziona. Son d’accordo con te e anche nell’articolo si dice con ironia la stessa cosa. GPS, Smartphone, App … che vuol dire che niente e nessuno può contro l’anti-tecnologia romana? Saluti e a presto.

  2. La matematica è fantastica. E’ quella scienza sublime ed esatta che ti permettere di capire in un colpo solo perché quello che stai facendo è una sciocchezza, e per quale complesso intrico di ragioni continuerai imperterrito a farlo finché avrai vita. Oggettivamente non potrei privarmene.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...